NEWS

Lugano si inchina a Niccolò Bonifazio

Lugano si inchina a Niccolò Bonifazio

Marzo per la LAMPRE-MERIDA inizia con una vittoria: Niccolò Bonifazio trionfa nel Gp Lugano, cogliendo la sua prima vittoria stagionale.

Il ventunenne italiano si è imposto in volata al termine dei 184,9 km della corsa ticinese, regolando Francesco Gavazzi, Montaguti e Guldhammer, finalizzando al meglio una grande prestazione di tutto il team blu-fucsia-verde, diretto a Lugano dal tecnico elvetico Simone Pedrazzini.

La LAMPRE-MERIDA è sempre stata infatti nel vivo della corsa, inserendo un corridori, il giovane sloveno Pibernik, già nella prima fuga di giornata, un’azione promossa da 17 atleti che ha condotto la gara fino a 30 km dal traguardo.
Il gruppo è transitato compatto sull’ultimo passaggio sullo strappo di Soragno, con Niemiec nelle prime posizioni, mentre il giovane talento blu-fucsia-verde, Valerio Conti, non ha esitato a inserirsi in un allungo di altri 8 atleti: gli attaccanti sono stati raggiunti dal plotone poco prima dell’inizio dell’ultima asperità del percorso, la salita della Ruvigliana.
Nella discesa verso il traguardo il gruppo si è allungato e Cimolai è rimasto attardato per un problema causato da un contatto con la bici di un avversario, ma Niemiec è stato perfetto nel consentire a Bonifazio di far valere in volata tutta la sua velocità e “Nick the Quick” non ha fallito (foto Bettini), regalando alla LAMPRE-MERIDA la quinta gioia stagionale.
Sono invece 7 i successi di Bonifazio tra i professionisti.

E’ bello rompere il ghiaccio a livello di vittorie stagionali in una cornice suggestiva come quella di Lugano, questa vittoria è proprio una soddisfazione – il commento di Bonifazio, che ha aggiunto – Dopo l’entusiasmante finale di 2014, con i successi nella Coppa Agostoni e al Tour of Hainan, ho trascorso un inverno tranquillo e ho ripreso gli allenamenti con grandi motivazioni, con tanta voglia di migliorarmi ancora: la stagione è iniziata in Australia e piano piano la condizione è cresciuta fino al buon livello attuale. Oggi mi sentivo bene, ero sereno e sapevo di avere al mio fianco un compagno di squadra, Cimolai, capace sia di aiutarmi che di essere una buona alternativa. 
Con le gambe che giravano alla grande, ho pensato soprattutto a prendere le salite finali in buona posizione per evitare buchi e per avere sempre a tiro la testa della corsa: tutto è andato per il meglio, Niemiec mi ha pilotato bene e in volata non ho avuto problemi a impormi“.

Il nostro piano di gara è stato rispettato alla perfezione, con Pibernik a coprire la prima fuga, Conti a muoversi nel finale e il duo di corridori veloci Cimolai e Bonifazio a gestirsi in vista del finale – ha spiegato il ds Pedrazzini – Bonifazio ha dato segnali positivi in gara e abbiamo deciso di puntare su di lui per lo sprint, non potendo però contare su Cimolai, rimasto attardato per uno sfortunato imprevisto.

Niccolò è stato bravissimo a imporsi, anche perché il gruppo si era ridotto a poco più di venti corridori. 
Mi piace sottolineare come questa sia una vittoria all’insegna della linea verde della squadra, con i nostri protagonisti di oggi Bonifazio, Conti e Pibernik tutti al di sotto dei ventidue anni“.

ORDINE D’ARRIVO
1- Bonifazio 4h38’08”
2- Gavazzi F. s.t
3- Montaguti s.t.
4- Guldhammer s.t.
5- Gerdemann s.t.

Pubblicato in Gp Lugano

LAMPRE-MERIDA, non solo Cimolai in Svizzera

LAMPRE-MERIDA, non solo Cimolai in Svizzera

Torna in gara Davide Cimolai, recente vincitore del Trofeo Laigueglia.
Il corridore friuliano sarà domenica 1 marzo al via del Gp Lugano, ma non sarà il solo corridore di talento della LAMPRE-MERIDA, visto che la squadra diretta dal tecnico elvetico Simone Pedrazzini schiererà anche Niccolò Bonifazio, Mattia Cattaneo, Valerio Conti, Ilia Koshevoy, Przemyslaw Niemiec, Luka Pibernik e Josè Serpa.

Lo staff operativo comprenderà il dottor Pollastri, i meccanici Baron e Viganò, i massaggiatori Capelli e Negri e l’autista Bozzolo.

Il ds Pedrazzini definisce in questo modo gli obiettivi della formazione blu-fucsia-verde: “Con una soluzione della gara in volata, il nostro uomo di punta sarà Niccolò Bonifazio, senza ovviamente dimenticare che una validissima seconda freccia al nostro arco sarà quella rappresentata da Davide Cimolai.
Qualora la corsa risultasse più selettiva, Niemiec potrà far valere la sua ottima condizione di forma.
Importantissimi anche i ruoli di atleti giovani e intraprendenti come Conti, Koshevoy e Pibernik, adatti a inserirsi nelle fughe.
Discorsi a parte per Serpa e Cattaneo: Josè è al debutto stagionale in Europa, dopo la valida prestazione al campionato nazionale nel quale ha ottenuto il 5° posto; Mattia sta cercando la migliore condizione dopo una serie di incidenti che no gli hanno consentito di lavorare con continuità“.

Pubblicato in Gp Lugano

Cimolai in tv: ospite a Radiocorsa

Cimolai in tv: ospite a Radiocorsa

Davide Cimolai sarà ospite della trasmissione televisiva Radiocorsa, in onda questa sera (giovedì 26 febbraio) alle ore 19,05 su Raisport 2.

Il vincitore dell’edizione 2015 del Trofeo Laigueglia (foto Bettini) sarà in studio assieme al commissario tecnico Davide Cassani.

Per tutti gli sponsor della LAMPRE-MERIDA, un’importante occasione visibilità in una vetrina di prestigio come quella di Raisport 2.

Pubblicato in Generica

Valls regala un inedito successo alla LAMPRE-MERIDA

Valls regala un inedito successo alla LAMPRE-MERIDA

E’ del corridore blu-fucsia-verde Rafael Valls Ferri l’edizione 2015 del Tour de Oman.

Il corridore spagnolo della LAMPRE-MERIDA (foto Watson/Bettini) ha conquistato la classifica generale della corsa araba precedendo di 9″ Van Garderen e di 19″ Valverde, regalando così alla propria squadra il primo successo della propria storia nel Tour de Oman.
Nella regione araba, il team blu-fucsia-verde aveva conquistato la classifica finale del Tour of Qatar 2003, mentre per la stagione in corso la LAMPRE-MERIDA può vantare successi in tre differenti continenti: la vittoria asiatica di Valls si aggiunge a quella ottenuta in Europa grazie al successo di Cimolai nel Trofeo Laigueglia e a quella africana corrispondente al campionato continentale a cronometro conquistato da Grmay.

Valls ha saputo difendere nell’ultima frazione la maglia rossa della quale si era impossessato venerdì sulla Green Mountain. Annullata la 5^tappa a causa di una tempesta di sabbia, la giornata finale è risultata essere così decisiva ai fini della classifica: ben consci di ciò, i corridori della LAMPRE-MERIDA hanno pedalato compatti attorno a Valls, lasciando andare in avanscoperta quattro corridori lontani dai quartieri alti della graduatoria generale.
I quartetto di attaccanti è riuscito a raggiungere il traguardo (vittoria per Brandle) togliendo ogni speranza di guadagnare abbuoni agli avversari di Valls, i quali hanno comunque cercato la sortita nel finale di tappa trovando la pronta reazione degli uomini blu-fucsia-verdi del ds Mauduit.
Positivo anche il Tour de Oman di Rui Costa, 11° nella classifica finale della sua prima competizione stagionale.

Sono felicissimo per un successo che vorrei condividere con tutti i miei compagni di squadra e con tutti i membri dello staff: ho ricevuto da loro un grande supporto e ho dato il massimo per ripagarli dei loro sforzi – ha commentato Valls – La tappa di oggi metteva pressione alla nostra squadra, ma siamo riusciti a far incanalare le cose per il verso giusto: i quattro fuggitivi ci andavano bene, non erano pericolosi per la classifica e avrebbero portato via i secondi di abbuono ai miei avversari diretti. 
Nel finale il vento soffiava frontalmente con molta forza, questo fattore ci ha facilitato nell’annullare i vari tentativi di attacco.
Poter regalare il Tour de Oman alla squadra e agli sponsor è una grande soddisfazione“.

Rafael Valls Ferri è nato a Cocentaina (Spagna) il 25/06/1987. Professionista dal 2009, corre nella LAMPRE-MERIDA dal 2014. In carriera, prima dei successi in Oman, aveva conquistato la tappa di Mirador del Potreto al Tour de San Luis 2010.

ORDINE D’ARRIVO
1- Brandle 3h02’31”
2- Keisse 4″
3- Van Meirhaeghe 13″
4- Pate 16″
5- Sagan 1’16”
29- Valls s.t., 33- Pozzato s.t., 50- Rui Costa s.t., 74- Plaza s.t., 108- Oliveira 4’02”, 111- Bono 5’42”, 134- Ferrari 8’02”

CLASSIFICA GENERALE FINALE
1- Valls 21h09’31”
2- Van Garderen 9″
3- Valverde 19″
4- Majka 32″
5- Janse Van Rensburg 1’04”
11- Rui Costa 1’45”, 33- Pozzato 5’31”, 42- Plaza 7’14”, 102- Oliveira 20’29”, 127- Bono 31’23”, 129- Ferrari 32’35”

Pubblicato in Tour de Oman

Valls è il re della Green Mountain

Valls è il re della Green Mountain

In casa LAMPRE-MERIDA sono i giorni di gloria dei corridori solitamente abituati a lavorare per i capitani.

Ieri Cimolai ha trionfato nel Trofeo Laigueglia, oggi lo scalatore spagnolo Rafael Valls (foto Watson/Bettini) ha colto un formidabile successo nella tappa regina del Tour de Oman, raggiungendo per primo la vetta della Green Mountain, traguardo della 4^frazione (Sultan Qaboos Grande Mosque- Jabal Al Akhdhar Green Mountain, 189 km).

Solitamente uomo fidato di Rui Costa per la salita, oggi Valls ha finalizzato un avvio di stagione durante il quale aveva mostrato segnali di una grande condizione: potendo contare sull’appoggio proprio di Rui Costa, lo spagnolo della LAMPRE-MERIDA ha sfoggiate una prestazione fantastica, sgretolando la resistenza di tutti gli altri uomini di punta del Tour de Oman e andando a cogliere il secondo successo in carriera con 5″ di vantaggio su Van Garderen, 19″ su Valverde e 22″ su Majka.
Ottimo 6° posto di Rui Costa, capace al 4° giorno di gara nel 2015 di aiutare Valls e limitare il distacco a 49″ dal compagno di squadra.

Le ostilità tra i big sono iniziate all’imbocco dell’ascesa finale (5,7 km con pendenza media del 10,5%), con Nibali all’attacco inseguito e ripreso da un drappello di 20 corridori, tirati dalla BMC come preludio alla progressione, a 3 km dall’arrivo, di Van Garderen , al quale solo Valls è riuscito a resistere.
Nell’ultimo chilometro di gara, lo spagnolo della LAMPRE-MERIDA ha completato il suo capolavoro conquistando il successo e andando a vestire la maglia rossa di leader della classifica generale (+9″ su Van Garderem +19″ su Valverde).

Grande gioia per Valls: “Difficile chiedere qualcosa di più da una giornata come quella di oggi: vincere la tappa più importante della corsa, diventare leader della classifica e finalizzare lo splendido lavoro di tutti i compagni di squadra, tra i quali un campione come Rui Costa messosi al mio servizio. 
Sapevo di stare bene, è stato per me un bell’inizio di stagione e in più occasioni avevo dimostrato di poter essere con i primi nelle corse più impegnative“.

Eravamo consci delle potenzialità di Valls e, soprattutto, del suo ottimo stato di forma – ha spiegato il ds Mauduit – Abbiamo impostato la nostra gara con l’intento di consentire a Rafael di raggiungere la salita finale senza spendere energie. Lungo l’ascesa, la coppia Rui Costa-Valls ha funzionato alla perfezione e Rafael è stato bravissimo a muoversi con i tempi giusti.
Proveremo a tenere la maglia, ma sappiamo che non sarà facile, perché già domani la tappa proporrà negli ultimi 65 km un circuito, da ripetersi quattro volte, con una salita breve ma secca che potrà favorire gli attaccanti“.

ORDINE D’ARRIVO
1- Valls 5h46’48”
2- Van Garderen 5″
3- Valverde 19″
4- Majka 22″
5- Pinot 35″
6- Rui Costa 49″
44- Pozzato 5’21”, 50- Plaza 5’25”, 57- Oliveira 6’04”, 123- Bono 12’45”, 127- Ferrari 13’26”, 136- Modolo 16’26”.

CLASSIFICA GENERALE
1- Valls 18h05’44
2- Van Garderen 9″
3- Valverde 19″
4- Majka 32″
5- Van Rensburg 1’04”
11- Rui Costa 1’45”

Pubblicato in Tour de Oman

Modolo ancora nella top ten allo sprint, nella terza tappa del Tour of Oman

Modolo ancora nella top ten allo sprint, nella terza tappa del Tour of Oman

Il vincitore di tre tappe al Tour of Qatar di una settimana fa, Alexander Kristoff ha conquistato il suo primo successo in questa edizione del Tour of Oman. Già vittorioso durante l’edizione 2014, il Norvegiese ha ottenuto un impressionante vittoria allo sprint, battendo Andrea Guardini e Matteo Pelucchi sulla linea di arrivo. Per la Lampre Merida Modolo si è classificato al 6^ posto, sul traguardo posto proprio di fronte al Al Mussanah Sports City.

La maglia di leader della classifica generale, resta sulle spalle di Fabian Cancellara che è giunto comodamente al traguardo con il gruppo compatto.

Giornata calda anche oggi, con temperature prossime ai 40 ° C durante tutto il giorno, è stata un’altra tappa difficile per i restanti 141 corridori del Giro dell’Oman.

Il percorso prevedeva un anello di 158,5 km intorno Al Mussanah Sports City.

I corridori hanno preso il via alle 11:00 dal loro resort Millenium. Dopo pochi metri di corsa, tre uomini si sono buttati all’attacco: Van Hecke, Van Merhaeghe (entrambi TSV), già in fuga ieri, e Tonelli (BAR).

I 3 leader hanno goduto di un vantaggio massimo 9’15” al km 23, prima che il gruppo guidato dal team Trek iniziasse la caccia.

Al primo sprint intermedio (km 34), il gruppo aveva uno svantaggio di 8’55” .

A poco a poco il gap è sceso ed i fuggitivi erano sotto il controllo del plotone, desideroso di ricompattarsi per lo sprint finale.

Dopo aver preso il massimo dei punti e secondi su entrambi gli sprint, il belga Van Merheaghe si è poi rialzato ed è stato il primo ad essere catturato al km 157 dal gruppo. In testa alla corsa i due rimanenti atleti, hanno proseguito per conto proprio con un vantaggio di 1’15” a 20 km dal traguardo. Anche loro sono stati divorati poi dal gruppo affamato al km 141.

Ben aiutato dai suoi compagni di squadra Katusha, Alexander Kristoff è giunto così al suo primo successo di questo 2015 Tour of Oman.

Per la Lampre Merida, una condotta di gara esemplare durante gran parte del tracciato, segno di grossa coesione del gruppo.

Peccato però per l’assenza in Oman di uomini passisti-veloci, in grado di svolgere un adeguato lavoro per Modolo nei tortuosi finali delle tappe presenti alla corsa.

Le impressioni del Ds Mauduit: ” Dobbiamo essere onesti, il risultato di oggi non è stato quello sperato dal Team. Gli ultimi 10 km di questa corsa sono sempre molto caotici, non essendoci una squadra di riferimento nelle volate.

Noi stessi non disponiamo, in questo appuntamento, di uomini adatti ad aiutare Sacha al meglio per potersi esprimere nello sprint finale.

Nota positiva, è la bella coesione di gruppo che sto notando durante le fasi concitate della tappa, dove i ragazzi si muovono tutti assieme e si supportano l’un con l’altro. Questo tipo di lavoro verrà sicuramente buono per i prossimi impegni.

Domani ci aspetta una tappa adatta alle caratteristiche di Rui Costa e Valls, vedremo durante il tracciato chi dei 2 starà meglio, di conseguenza chi sarà di supporto all’altro per ottenere il massimo risultato.”

ORDINE D’ARRIVO

1    Alexander KRISTOFF    TEAM KATUSHA    03:56:42
2    Andrea GUARDINI    ASTANA PRO TEAM    00:00:00
3    Matteo PELUCCHI    IAM CYCLING    00:00:00
4     Danny VAN POPPEL    TREK FACTORY RACING    00:00:00
5     Nacer BOUHANNI    COFIDIS, SOLUTIONS CREDITS    00:00:00
6    Sacha MODOLO    LAMPRE – MERIDA    00:00:00
7    Matti BRESCHEL    TINKOFF-SAXO    00:00:00
8    Ramon SINKELDAM    TEAM GIANT-ALPECIN    00:00:00
9    Tom BOONEN    ETIXX-QUICK STEP    00:00:00
10   Adam BLYTHE    ORICA GREENEDGE    00:00:00

CLASSIFICA GENERALE

1    Fabian CANCELLARA    TREK FACTORY RACING    12:18:56
2    Alejandro VALVERDE    MOVISTAR TEAM    00:00:04
3    Patrick KONRAD    BORA-ARGON 18    00:00:05
4    Greg VAN AVERMAET    BMC RACING TEAM    00:00:06
5    Peter SAGAN    TINKOFF-SAXO    00:00:10
6    Damiano CARUSO    BMC RACING TEAM    00:00:10
7    Tejay VAN GARDEREN    BMC RACING TEAM    00:00:10
8    Andriy GRIVKO    ASTANA PRO TEAM    00:00:10
9    Rafael VALLS    LAMPRE – MERIDA    00:00:10
10   Jakob FUGLSANG    ASTANA PRO TEAM    00:00:10

Pubblicato in Tour de Oman

LAMPRE-MERIDA tris! Cimolai si impone in volata

LAMPRE-MERIDA tris! Cimolai si impone in volata

La LAMPRE-MERIDA detta ancora legge nel Trofeo Laigueglia, conquistando la terza vittoria consecutiva.
2013 Pozzato, 2014 Serpa e 2015 Cimolai.

E’ proprio il giovane friuliano, classe 1989, a regalare il primo successo stagionale alla formazione blu-fucsia-verde e a conquistare la prima vittoria personale in carriera (si aggiunge a una cronosquadre nella Coppi e Bartali 2010).
Cimolai ha regolato in volata Francesco Gavazzi, Tsatevich, Montaguti e Felline.

L’edizione 2015 si è corsa su un tracciato di 191,8 km reso selettivo dai due Gpm posti sulla Cima Paravenna, dal Gpm del Testico e dallo strappo di Colla Micheri a meno di 10 km dal traguardo.
La LAMPRE-MERIDA ha lavorato con equilibrio in testa al gruppo, controllando con i giusti tempi e con un calibrato dispendio di energie una fuga di quattro corridori neutralizzata a 40 km dall’arrivo. La formazione diretta dal tecnico Daniele Righi si è poi mossa con efficacia anche nel combattuto finale, favorendo l’arrivo in volata di un gruppo selezionato di atleti e preparando alla perfezione la stoccata finale di Cimolai (foto Bettini).
Fantastico il lavoro di Niemiec nel chiudere a 1500 metri sulla sortita di Stortoni, Zakarin e Gerdemann.

Cimolai, professionista dal 2010 e alla LAMPRE-MERIDA dal 2012, ha commentato così il successo: “Il Trofeo Laigueglia mi è sempre piaciuto, sono molto felice per essere riuscito a scrivere il mio nome nell’albo d’oro: venire dopo due compagni di squadra è una gioia aggiuntiva.
Il successo nasce dal lavoro svolto in Australia, un lavoro però rallentato dalla bronchite che mi ha colpito al ritorno in Europa e che ha condizionato il mio rendimento al Dubai Tour.
Nella settimana scorsa ho pensato a recuperare da questo problema e, negli ultimi due allenamenti, ho sentito che la condizione era buona e il mio fisico si era ripreso bene, così sono arrivato in Liguria con un buon morale.
La squadra ha corso benissimo, con un Niemiec fantastico nel controllare la corsa tra Colla Micheri e il Capo Mele.  Io ho tenuto duro, ci siamo ritrovati davanti in circa 25 atleti e a quel punto ho capito che avrei potuto realizzare qualcosa di importante per ringraziare i miei compagni e la squadra del supporto ricevuto in corsa e della fiducia accordatami durante questi ultimi anni.
Questo successo mi dà tanto morale per lavorare ancora più intensamente in vista della Parigi-Nizza e delle Classiche del Nord, banchi di prova molto impegnativi“.

ORDINE D’ARRIVO
1- Cimolai 4h53’47”
2- Gavazzi F. s.t.
3- Tsatevich s.t.
4- Montaguti s.t.
5- Felline s.t.
24- Niemiec s.t.
33- Bonifazio 1’23”, 66- Conti 6’23”, 67- Mori s.t., 68- Koshevoy s.t., 81- Pibernik 7’24”, 86- Durasek s.t.

Pubblicato in Trofeo Laigueglia

Pozzato sfiora il podio ad Al Bustan: è 4°

Pozzato sfiora il podio ad Al Bustan: è 4°

Filippo Pozzato dà uno squillo anche al Tour de Oman, sfiorando il podio nella 2^tappa della corsa araba.

Il vicentino della LAMPRE-MERIDA, già 4° nella tappa regina del Dubai Tour, ha lottato con i migliori corridori del Tour de Oman sul traguardo di Al Bustan, conquistando ancora la 4^piazza, preceduto nell’ordine da Cancellara, Valverde e Van Avermaet e anticipando Sagan (foto Watson/Bettini).
Buona prestazione anche per un altro atleta blu-fucsia-verde, Valls, che con l’11° posto odierno conferma l’ottima stato di forma mostrato in questo inizio di stagione.

La corsa si è infiammata nella salita verso Al Jissah (scollinamento ai -4 km), dove una serie di scatti ha frazionato il plotone, lasciando nel gruppo di testa 19 atleti, arrivati a giocarsi il successo in uno sprint ristretto su una strada in leggera ascesa.

Nella classifica generale, Valls (13°) e Pozzato (15°) sono distanziati di 10″ dal capoclassifica Cancellara.

Finale di tappa sfortunato per Matteo Bono, scivolato nei chilometri finali: il veterano blu-fucsia-verde ha riportato l’infrazione di una costola.
Lo staff medico della squadra valuterà la sua situazione nelle prossime ore.

Il finale di gara è stato selettivo, ci siamo ritrovati in una gruppo ristretto a lottare allo sprint – ha spiegato Pozzato - Sentivo di avere buone gambe, mi spiace non aver sfruttato fino in fondo una buona occasione. In volata ho dovuto toccare i freni per togliermi da una traiettoria non percorribile, comunque faccio i complimenti a Cancellara perché ha dimostrato una grande condizione.
Ho potuto contare su un ottimo lavoro di squadra, con un Valls splendido come in Dubai a essermi a fianco fino all’arrivo“.

Queste le impressioni di Rui Costa:”Per essere al mio secondo giorno di gare nel 2015 e per aver corso in una clima molto caldo, con temperature attorno ai 40°, la mia prestazione è in linea con le mie aspettative. Pozzato è stato molto bravo a lottare fino alla fine per il successo, peccato che gli sia sfuggito, l’avrebbe meritato.
Ho lavorato bene, l’obiettivo è migliorare il mio ritmo di gara“.

ORDINE D’ARRIVO
1- Cancellara 4h36’46”
2- Valverde s.t.
3- Van Avermaet s.t.
4- Pozzato s.t.
5- Sagan s.t.
11- Valls s.t., 38- Rui Costa 46″, 46- Modolo 55″, 61- Plaza 1’39”, 136- Oliveira 11’29”, 137- Ferrari s.t., 140- Bono 14’02”

CLASSIFICA GENERALE
1- Cancellara 8h22’14”
2- Valverde 4″
3- Konrad 5″
4- Van Avermaet 6″
13- Valls 10″
15- Pozzato s.t.
36- Rui Costa 56″

Pubblicato in Tour de Oman

La LAMPRE-MERIDA chiamata a cercare il tris

La LAMPRE-MERIDA chiamata a cercare il tris

L’albo d’oro recente del Trofeo Laigueglia è colorato di blu-fucsia-verde: nel 2013, successo di Filippo Pozzato; nel 2014, vittoria di Josè Serpa.

Con queste premesse, la LAMPRE-MERIDA si presenterà giovedì 19 febbraio al via della corsa ligure con la meritata attenzione, ben sapendo comunque che la caccia al tris non è operazione semplice.

Per provare a prolungare la striscia vincente, il direttore sportivo Righi avrà a disposizione Niccolò Bonifazio, Davide Cimolai, Valerio Conti, Kristijan Durasek, Ilia Koshevoy, Manuele Mori, Przemyslaw Niemiec e Luka Pibernik.
Lo staff sarà composto dai massaggiatori Della Torre e Napolitano, dal meccanico Baron e dal dottor Ronchi.

Il percorso del Trofeo Laigueglia si presta a diverse possibilità di lettura della corsa: noi abbiamo il potenziale per far fronte alle varie situazioni – ha spiegato il tecnico Righi – Pibernik, Koshevoy e Cimolai saranno attenti alle fasi iniziali di corsa, quando fughe anche di un largo numero di atleti possono nascere e condizionare la gare di quelle squadre che non dovessero riuscire a inserire propri elementi nell’azione.
Se la corsa dovesse invece movimentarsi nella seconda parte del percorso, i nostri uomini chiamati a muoversi saranno Mori e Durasek.
Le caratteristiche e la condizione di Niemiec e Conti li renderanno sicuramente corridori osservati dagli avversari, mentre Bonifazio, spinto dalla grande motivazione di pedalare sulle strade di casa, attenderà un eventuale sprint per cercare il successo personale“.

Pubblicato in Trofeo Laigueglia

Volata da top 10 per Modolo

Volata da top 10 per Modolo

Sacha Modolo entra nelle prime dieci posizioni nella tappa di apertura del Tour de Oman (foto Watson/Bettini).

La frazione (Bayt Al Naman Castle -Al Wutayyah, 161 km) si è conclusa con una volata di gruppo, nella quale il velocista della LAMPRE-MERIDA ha tagliato il traguardo al 9° posto. Il primo successo in Oman è per Guardini.

La LAMPRE-MERIDA ha corso a supporto di Modolo e di Rui Costa: il campione del mondo uscente, all’esordio stagionale, ha trascorso una giornata tranquilla, concludendo la prova in 65^posizione.

Il nostro gruppo di atleti ha ripreso il discorso iniziato in Qatar: correre come una squadra unita e armonica – ha sottolineato il ds Mauduit – Ho visto ulteriori progressi da questo punto di vista, con i ragazzi capaci di essere al fianco dei capitani nei frangenti più importanti della tappa. A tale riguardo, è stato importantissimo il recupero fisico di Bono dopo che in Qatar era stato limitato da qualche problema.
Per il finale, rispetto al Tour of Qatar non c’è Richeze, quindi è toccato a Ferrari e a Pozzato supportare Modolo: si sono ben destreggiati“.

ORDINE D’ARRIVO
1- Guardini 3h45’38”
2- Boonen s.t.
3- Pelucchi s.t.
4- Sinkeldam s.t.
5- Kristoff s.t.
9- Modolo s.t.
49- Valls s.t., 65- Rui Costa s.t., 67- Pozzato s.t., 81- Plaza s.t., 105- Oliveira s.t., 125- Bono s.t., 130- Ferrari 26″

CLASSIFICA GENERALE
1- Guardini 3h45’28”
2- Boonen 4
3- Konrad 5″
4- Pelucchi 6″
12- Modolo 10″

Pubblicato in Tour de Oman

Lugano si inchina a Niccolò B...

tris

Marzo per la LAMPRE-MERIDA inizia con una vittoria: Niccolò Bonifazio trionfa nel Gp Lugano, cogliendo la sua prima vittoria stagionale. Il ventunenne italiano si è imposto in volata al termine dei …

LAMPRE-MERIDA, non solo Cimola...

tris

Torna in gara Davide Cimolai, recente vincitore del Trofeo Laigueglia. Il corridore friuliano sarà domenica 1 marzo al via del Gp Lugano, ma non sarà il solo corridore di talento …

Cimolai in tv: ospite a Radiocorsa

tris

Davide Cimolai sarà ospite della trasmissione televisiva Radiocorsa, in onda questa sera (giovedì 26 febbraio) alle ore 19,05 su Raisport 2. Il vincitore dell’edizione 2015 del Trofeo Laigueglia (foto Bettini) …