NEWS

Gp Plouay, Ulissi non trova il colpo, Pietropolli 11°

Gp Plouay, Ulissi non trova il colpo, Pietropolli 11°

Un allungo nell’ultimo chilometro ha permesso a Boasson Hagen di vincere il Gp Plouay 2012, succedendo nell’albo d’oro della corsa al blu-fucsia Grega Bole.
Il momento cruciale della corsa (circuito di 27 km da ripetere 9 volte, per un totale di 243 km) è coinciso con l’ultimo passaggio sulla Cote de Ty Marrec, strappo posto a 6 km dal traguardo: una quindicina di atleti, tra i quali per Diego Ulissi per la Lampre-ISD, è fuoriuscita dal gruppo principale, ponendosi all’inseguimento di Faria Da Costa, autore di una sortita solitaria.
Sotto il cartello dell’ultimo chilometro, con il fuggitivo ancora in vantaggio di 50 mt, Boasson Hagen si è lanciato dall drappello degli inseguitori e, dopo aver raggiunto Faria Da Costa, ha rilanciato l’azione, riuscendo a tagliare il traguardo in solitaria.
Alle sue spalle, a 3″, Faria Da Costa, subito dietro il gruppo, nel quale allo sprint i colori blu-fucsia hanno ottenuto l’11° posto con Pietropolli e il 17° posto con Mori.

“La gara è stata poco selettiva, questo non ha favorito le mie caratteristiche e il mio buon momento di forma - ha spiegato Ulissi - Avrei preferito che il percorso avesse consentito una corsa più intensa. Ci hanno provato i miei compagni nell’ultimo strappo: grazie al lavoro di Mori, Righi e Bono, si è selezionato un gruppetto di non più di quindici corridori che si è messo all’inseguimento di Faria Da Costa, ma purtroppo non c’è stata la giusta collaborazione. Bravo Boasson Hagen a partire forte con un contrattacco. Peccato non essere riusciti a ottenere punti per la classifica World Tour. Il mio obiettivo ora è quello di arrivare in questo stato di forma alle corse canadesi, così da poter puntare a risultati ambiziosi”.

Questo il commento del ds Vicino: “Non posso sollevare particolari rilieve riguardanti la prestazione dei nostri atleti. Purtroppo, in corsa non si sono create le giuste situazioni: avremmo infatti tratto vantaggio da una maggiore intensità, che purtroppo non c’è stata. Dispiace anche che Pietropolli, nonostante uno sprint generoso, abbia mancato di poco l’ingresso nelle prime dieci posizioni della classifica”.

ORDINE D’ARRIVO
1° Boasson Hagen  4h45’00″
2° Faria da Costa  3″
3° Haussler  4″
4° Goss  s.t.
5° Roelandts  s.t.
11° Pietropolli  s.t.
17° Mori  s.t.

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Gp Plouay.

Giro d'Italia, 10^tappa: Scarp...

tris

“Non è certo stata una grande giornata, sin dalle prime rampe del Passo Cason di Lanza non avevo avvertito buone sensazioni, di conseguenza il risultato non è stato quello che …

Nuovo video, il backstage dell...

tris

Nel nuovo video prodotto da Merida e pubblicato sul sito www.teamlampremerida.com all’indirizzo : http://www.teamlampremerida.com/videos/il-dietro-le-quinte-del-team-alle-classiche-in-belgio/ potete rivivere l’esperienza entusiasmante di entrare a far parte del Team Lampre Merida durante le classiche …

Il futuro della LAMPRE-MERIDA ...

tris

In Francia le ruote veloci della LAMPRE-MERIDA sgomitano con generosità in volata, in Italia il futuro blu-fucsia-verde ottiene successi. Nella 3^ e conclusiva tappa del Tour de Picardie (Nanteuil le …