NEWS

Giro delle Fiandre, i commenti

Giro delle Fiandre, i commenti

Il Team LAMPRE-MERIDA ha chiuso il Giro delle Fiandre con un bottino che tradisce le aspettative: 44° posto per Pozzat0 a 4’56″ dal vincitore Cancellara, 60^ posizione per Cattaneo a 7’45″.

Queste le impressioni a caldo di Filippo Pozzato (foto Bettini) al termine della gara: “Durante la corsa stavo abbastanza bene ma, onestamente, devo dire che non sentivo la gamba al massimo. Ho comunque tenuto duro, anche grazie ai compagni, soprattutto Cattaneo e Cimolai. Stavo provando a rientrare sul primo gruppo che si era posto all’inseguimento di Cancellara, Sagan e Roelandts, ma sul Patersberg ho dovuto fare inoltre i conti con un problema al cambio che mi ha tagliato fuori da ogni gioco.
Non posso essere soddisfatto, eppure voglio guardare all’appuntamento della Parigi-Roubaix ancora con tanta convinzione e grinta: ho gran voglia di fare bene”.

Può invece sorridere Mattia Cattaneo, 22 anni, al suo primo Giro delle Fiandre: “Sono riuscito a rimanere a lungo nel gruppo di testa, speravo di poter dare una mano a Filippo per ottenere un bel risultato. Sul piano personale, sono soddisfatto: ho voluto fortemente provare a misurarmi con le corse del Belgio, per toccare da vicino tutte le difficoltà e le atmosfere di questi appuntamenti.
I primi giorni ho faticato, poi ho iniziato a capire i meccanismi che ti permettono di non affondare. Non sono le corse più adatte alle mie caratteristiche, però nel Giro delle Fiandre ho dimostrato di riuscire a non sfigurare”.

Questo il bilancio del ds Fabrizio Bontempi: “Non abbiamo centrato gli obiettivi prefissati. Ovviamente i ragazzi si sono impegnati, ma non è stato sufficiente.
L’analisi che Pozzato ha fatto della sua prova è stata molto onesta e da qui deve partire per trovare le energie giuste per farsi trovare pronto per la Parigi-Roubaix.
Bravissimo Cattaneo: voglia di apprendere associata a una grande classe, questo basta per rendere onore alla sua bella prestazione.
Bene Cimolai nel supportare Pozzato nelle fasi centrali della gara, mentre Graziato e Viganò sono stati tagliati fuori da forature e incidenti meccanici.
Petacchi ha dovuto abbandonare dopo il secondo passaggio sul Kwaremont per un colpo di freddo. Per Palini e Favilli il rammarico di non aver completato la corsa”.

 

Questa voce è stata pubblicata in Giro delle Fiandre.

Comunicato ufficiale

tris

Il team, su indicazione del proprio staff medico, comunica l’immediata sospensione del corridore Miguel Armando Ubeto Aponte, in ottemperanza del regolamento sanitario interno della squadra. La procedura si e’ resa …

Giro d'Italia, 10^tappa: Scarp...

tris

“Non è certo stata una grande giornata, sin dalle prime rampe del Passo Cason di Lanza non avevo avvertito buone sensazioni, di conseguenza il risultato non è stato quello che …

Nuovo video, il backstage dell...

tris

Nel nuovo video prodotto da Merida e pubblicato sul sito www.teamlampremerida.com all’indirizzo : http://www.teamlampremerida.com/videos/il-dietro-le-quinte-del-team-alle-classiche-in-belgio/ potete rivivere l’esperienza entusiasmante di entrare a far parte del Team Lampre Merida durante le classiche …