NEWS

Bartoli incoraggia la squadra in vista della Liegi-Bastogne-Liegi

Bartoli incoraggia la squadra in vista della Liegi-Bastogne-Liegi

Michele Bartoli, consulente tecnico del Team LAMPRE-MERIDA per la preparazione e la programmazione agonistica, crede che i corridori blu-fucsia-verdi possano offrire una prova di valore alla Liegi-Bastogne-Liegi, riscattando una campagna delle Ardenne fino a ora priva di piazzamenti.

Questi  i consigli e l’analisi del due volte vincitore della Doyenne:

“Cunego, Scarponi, Ulissi e tutti gli altri ragazzi possono correre un’ottima Liegi-Bastogne-Liegi. D’altra parte, bisogna considerare che la squadra è sempre stata compatta e ha corso nella maniera giusta, pedalando sempre nelle prime posizioni. Le prestazioni del gruppo sono state valide.
E’ mancata la finalizzazione: penso che Cunego e Scarponi possano avere le qualità e la condizione per essere nel finale della Liegi a giocarsi buone chance di fare risultato.

La forma base di Cunego è in linea con le sue aspettative, ne abbiamo parlato molto insieme in questi giorni e ci siamo trovati concordi sul fatto che gli sia mancata la rapidità per far fronte ad accelerazioni repentine. Da questo punto di vista, ha pagato l’andamento dell’Amstel e della Freccia Vallone: entrambe le gare non sono state contraddistinte da un’intensità elevata, si sono risolte nel finale con accelerazioni, e questo ha sottolineato la difficoltà di Damiano di seguire bruschi cambi di ritmo.
Domenica servirebbe una corsa tirata sin dall’avvio, in tal modo verrebbero valorizzate le qualità di fondo di Cunego, solitamente a suo agio su un percorso, come quello della Doyenne, contraddistinto da salite dure e da un chilometraggio elevato.
Ovviamente, conteranno molto le sensazioni che Damiano avvertirà in corsa.

Ulissi può essere un atleta molto utile per la squadra. Non deve temere la distanza, a mio parere ha tutte le qualità e la maturità giusta per essere competitivo anche su chilometraggi superiori ai 200 km.

La squadra sarà rafforzata dall’innesto di Scarponi. Dopo la Volta a Catalunya, Michele ha osservato un periodo di scarico, per poi allenarsi in altura sull’Etna. Il Giro del Trentino è stato funzionale all’assimilazione dei lavori svolti e permetterà a Scarponi di correre la Liegi-Bastogne-Liegi con l’obiettivo di mettere a frutto tutto quanto fatto fino a ora”.

Questa voce è stata pubblicata in Classiche delle Ardenne.

Lettera di Miguel Armando Ubet...

tris

Il Team LAMPRE-MERIDA inoltra un comunicato inviato dal corridore Miguel Armando Ubeto Aponte. “Cossato, 15/05/2013 Io, Miguel Armando Ubeto Aponte, con il presente scritto intendo chiarire la situazione creatasi in …

Comunicato ufficiale

tris

Il team, su indicazione del proprio staff medico, comunica l’immediata sospensione del corridore Miguel Armando Ubeto Aponte, in ottemperanza del regolamento sanitario interno della squadra. La procedura si e’ resa …

Giro d'Italia, 10^tappa: Scarp...

tris

“Non è certo stata una grande giornata, sin dalle prime rampe del Passo Cason di Lanza non avevo avvertito buone sensazioni, di conseguenza il risultato non è stato quello che …