NEWS

Parigi-Roubaix: Pozzato, caduta e 22° posto

Parigi-Roubaix: Pozzato, caduta e 22° posto

Non è riuscito ad andare oltre il 22° posto nella Parigi-Roubaix un generoso Pozzato (foto Bettini).
Il vicentino della LAMPRE-MERIDA, nonostante una costante sensazione di mancanza di forza, ha provato a stringere i denti, per cercare di onorare al meglio l’importante appuntamento e per ripagare la fiducia della squadra.

Purtroppo, anche una caduta che lo ha visto coinvolto a 70 km dal traguardo ha contribuito ad accrescere le difficoltà: Pozzato ha chiuso la sua prova all 22° posto, a 2’52″ dal vincitore Cancellara.

Per la LAMPRE-MERIDA, al traguardo anche Palini, in grado di concludere la sua prima partecipazione in 89^ posizione a 14’38″.

E’ deluso Pozzato: “Non è andata come speravo, avrei voluto provare a essre davanti, ma non ci sono riuscito. A 70 km dal traguardo sono rimasto coinvolto in una caduta, ma la Roubaix è una corsa così: pieni di imprevisti, tra forature e incidenti, fa tutto parte del gioco. La caduta è avvenuta in un momento non decisivo, però ho speso energie per rientrare, però non penso sia stato questo episodio a determinare poi il mio risultato finale.

Negli ultimi chilometri mi sentivo vuoto di gambe e anche durante tutta la gara mi sono sentito bene, ma senza la necessaria forza per spingere sui pedali. In una corsa come la Parigi-Roubaix, devi essere più al massimo della forma per poter ambire a fare la differenza, quindi la mia difficoltà è stata ampia.
Già nel Giro delle Fiandre ho avvertito questo limite, ora proverò a capire quali possono essere le cause, dato che mi sono allenato bene e ho investito tanto impegno per preparare questi appuntamenti.

Mi spiace davvero molto non essere riuscito a essere competitivo, per tutta la squadra, per i signori Galbusera, giunti in Francia per sostenermi, e per l’azienda Merida, capace di fornire materiale perfetti per queste corse”.

“Pozzato non è riuscito a dare una svolta alla sua campagna del Nord: si è impegnato molto, sapendo che la squadra puntava su di lui, ma i risultati non sono venuti - ha spiegato Fabrizio Bontempi - C’è ovviamente delusione, anche perché oggi, dopo una buona prima parte di gara, Filippo si è spento gradualmente.
Buona intraprendenza di Palini, capace di completare la sua prima Roubaix nonostante una caduta.
Per quanto riguarda gli altri nostri atleti, ho visto i giovani in crescita, ma questo non è ancora abbastanza”.

ORDINE D’ARRIVO
1- Cancellara  5h45’33″
2- Vanmarcke  s.t.
3- Terpstra  31″
4- Van Avermaet  s.t.
22- Pozzato  2’52″
89- Palini  14’38″

Questa voce è stata pubblicata in Classiche del Nord.

Giro d'Italia 11° tappa, ness...

tris

Doveva essere una tappa adatta alle fughe quella odierna al Giro d’ Italia e così è stato. Lungo i primi km dell’ undicesima frazione, la Tarvisio-Vajont di 182 km, il …

Lettera di Miguel Armando Ubet...

tris

Il Team LAMPRE-MERIDA inoltra un comunicato inviato dal corridore Miguel Armando Ubeto Aponte. “Cossato, 15/05/2013 Io, Miguel Armando Ubeto Aponte, con il presente scritto intendo chiarire la situazione creatasi in …

Comunicato ufficiale

tris

Il team, su indicazione del proprio staff medico, comunica l’immediata sospensione del corridore Miguel Armando Ubeto Aponte, in ottemperanza del regolamento sanitario interno della squadra. La procedura si e’ resa …