NEWS

Bella fuga di Anacona, poi Ferrari ancora nei 5

LAMPRE-MERIDA in fuga e LAMPRE-MERIDA nei primi 5 nella 7^tappa del Giro d’Italia, la Frosinone-Foligno.

Ad andare in avanscoperta, sulle rampe del primo dei due Gpm della corsa, è stato Winner Anacona (foto Bettini): un’azione nata dalla caparbietà di cinque corridori (assieme ad Anacona sono scappati dal gruppo Boem, Thurau, Chalapud e Haas) che hanno vinto di gambe la resistenza del plotone, dopo che in precedenza un’altra azione di quattro atleti (tra i quali Cattaneo) non era riuscita a trovare fortuna.

Con buon accordo, il quintetto di attaccanti è arrivato a toccare quasi 9′ di vantaggio, poi il gruppo ha mostrato una prima reazione, senza però poter ridurre drasticamente il divario dalla testa della corsa.
I 30 km chilometri finali, in discesa e pianura dopo il secondo Gpm, e il vento favorevole hanno ridotto l’efficacia dell’azione del plotone, così i fuggitivi hanno accarezzato l’idea di compiere l’impresa, se non fosse che negli ultimi 10 km si è spezzata l’intesa ed è iniziata una serie di scatti tra gli attacanti.
La fuga si è conclusa a 3 km dal traguardo, con il seguente epilogo di tappa con volata di gruppo: ancora una volta Ferrari è stato scaltro a trovare il giusto posizionamento nelle fasi precedenti lo sprint, andando a cogliere un’altro piazzamento nei primi 5 (5° posto, vittoria per Bouhanni su Nizzolo, Mezgec e Matthews, ancora maglia rosa).

Per la LAMPRE-MERIDA, il quinto posto di Ferrari è il 4° piazzamento nella top 5 ottenuto in questo Giro d’Italia.

“C’è voluto un grande sforzo per far nascere la fuga, poi per fortuna è nato un bell’accordo tra noi attaccanti e abbiamo guadagnato un buon vantaggio – ha spiegato Anacona – Il vento nel finale e l’alta velocità ci ha aiutato a resistere alla rimonta del gruppo, peccato che sul più bello l’intesa tra gli noi che eravamo davanti si è rotta: sarebbe stata sufficiente ancora una manciata di chilometri per spegnere la caccia del gruppo e così avremmo potuto giocarci la vittoria tra noi fuggitivi.
Sono contento di aver messo in mostra i colori della squadra, ci ho creduto fino in fondo, mi piacerebbe riprovare”.

Per quanto riguarda gli infortunati, Niemiec e Cunego hanno concluso la tappa nel gruppo, pur lamentando dolori alle contusioni e alle escoriazioni riportate nella caduta di Cassino.

ORDINE D’ARRIVO
1- Bouhanni
2- Nizzolo s.t.
3- Mezgec s.t.
4- Matthews s.t.
5- Ferrari s.t. 

CLASSIFICA GENERALE
1- Matthews 29h34’19”
2- Evans 21”
3- Uran 1’18”
4- Majka 1’25”
15- Ulissi 2’22”
26- Cunego 3’13”
32- Niemiec 3’41”

 

Questa voce è stata pubblicata in Generica.

Ulissi vola a crono, Cunego si...

Prestazione di gran prestigio per Diego Ulissi, paragonabile alla qualità dei vini prodotti nelle zone nelle quali si è disputata la cronometro individuale valida come 12^tappa del Giro d’Italia, 41,9 …

Ulissi, che botta in discesa; ...

Giornata insidiosa al Giro, con una tappa lunga (249 km con partenza da Collecchio e arrivo a Savona) che ha vissuto un momento frenetico nella discesa dal Passo di Cento …

Bonifazio lotta nel maltempo e...

Partenza in salita e pioggia battente hanno provocato uno sconvolgimento nel gruppo impegnato ad affrontare la 3^tappa del Giro del Giappone (Minamishinshu-Minamishinshu, 148 km). A tenere vivi i colori della …