NEWS

Tutti giù per terra: Ulissi costretto a rinunciare al bis

Un altro arrivo in salita al Giro d’Italia: dopo il successo di Ulissi a Viggiano, la 6^frazione della Corsa Rosa ha visto la maglia rosa Matthews vincere in cima all’ascesa di Montecassino (partenza da Sassano, 257 km di lunghezza).

Il resoconto della corsa ha il suo punto principale nel bilancio dei feriti: una caduta avvenuta nelle prime posizioni del gruppo nell’affrontare una rotonda all’imbocco della salita finale (strada bagnata) ha falcidiato il plotone, consentendo a una manciata di corridori (BMC e Orica Greenedge le squadre meglio rappresentate) di coprire l’ascesa con un buon margine sul resto degli atleti.
Per la LAMPRE-MERIDA, i ciclisti coinvolti nell’incidente sono stati Niemiec (abrasioni sul lato sinistro del corpo e forte contusione alla parte sinistra dell’anca), Ferrari (contusione a un dito della mano), Cunego (abrasioni alla gamba sinistra e ferita al ginocchio sinistro) e Polanc (nessuna conseguenza).

Scampato alla caduta Diego Ulissi, il quale però ha certato, purtroppo senza successo visto lo svantaggio comunque provocato dal reallentamento per l’incidente, a rimontare il drappello rimasto in testa.
Anche Niemiec e Cunego hanno tentato di riprendere le ruote del primo gruppo inseguitore, ma la rimonta era proibitiva.

Sorridono solo la maglia rosa Matthews ed Evans (3° al traguardo), mentre Ulissi ha chiuso al 9° posto (49”, nel primo gruppo inseguitore - in foto Bettini, il suo arrivo), Cunego al 35° posto (1’29”) e Niemiec in 46^posizione (1’57”).

“Ovviamente il dispiacere di aver perso un’altra occasione buona si somma a quello di vedere tanti corridori e compagni coinvolti in una brutta caduta – ha commentato Ulissi – Stavo bene anche oggi, avrei lottato per un altro bel risultato. Ho evitato di finire per terra, ma non ho potuto unirmi ai primi corridori che hanno proseguito dritto: a quel punto, solo i compagni di Quintana, anch’egli comunque caduto, hanno avuto modo di tentare un inseguimento, ma ormai il divario era ampio.
In una salita così veloce, anche tentare un’azione solitaria per rientrare sui primi era impensabile”.

Cunego reclama contro la sfortuna: “Pedalavo nelle prime posizioni e mi sono trovato per terra. Nonostante avessi battuto il ginocchio, sono ripartito subito, facendo uno sforzo notevole per agganciare il gruppo dei primi inseguitori. Purtroppo nella caduta, nonostante la bici abbia retto bene all’urto, il cambio è stato colpito e danneggiato ho quindi dovuto fermarmi per sistemare la catena”.

Niemiec è il corridore che ha riportato nella caduta conseguenze più significative: “Ho tutto il lato sinistro del corpo coperto da abrasioni e mi fa male l’anca. Il fisioterapista avrà da lavorare con la Tecarterapia.
Dopo la caduta sono riuscito a ripartire anche grazie alla prontezza del mio compagno Cattaneo, bravissimo a darmi la sua bici: sono arrivato al traguardo in sella a quella”.

La classifica generale è guidata sempre da Matthews, con Evans in 2^posizione (+21″) e Uran in 3^piazza (+1’18″). Ulissi è il primo della LAMPRE-MERIDA, occupando il 15° posto a 2’22″, seguono Cunego (26° a 3’13″) e Niemiec (32° a 3’41″).

ORDINE D’ARRIVO
1- Matthews 6h37’01″
2- Wellens s.t.
3- Evans s.t.
4- Rabottini s.t.
9- Ulissi 49″
25- Cunego 1’29″, 46- Niemiec 1’57″, 46- Anacona 4’26″, 71- Bono s.t., 91- Mori 7’43″, 115- Polanc 11’06″, 155- Cattaneo 15’08″, 165- Ferrari s.t.

CLASSIFICA GENERALE
1- Matthews 24h18’14″
2- Evans 21″
3- Uran 1’18″
15- Ulissi 2’22″
26- Cunego 3’13″, 32- Niemiec 3’41″ 

The most important part of the report about the second summit arrival of Giro d’Italia (6th stage, Sassano-Montecassino, 257 km) is the medical bulletin.
A massive crash, that occurred on a wet road in the approach of the final climb, involved many riders that were pedaling in the head of the bunch: only few cyclists (most of them from BMC and Orica GreenEdge) could avoid to stop, so they reached the arrival with a good advantage on the rest of the athletes.
The pink jersey Matthews crossed for first the finish line, while Evans was 3rd and he could obtain an interesting advantage over most of the top riders for the general classification.

For what concerns LAMPRE-MERIDA, four cyclists got involved in the crash: Niemiec (grazes on the left side of the body and hip bruise), Ferrari (finger bruise), Cunego (bruises on the left leg and a wound on the left knee) and Polanc.
Ulissi could avoid the crash, anyway it could not be possibile for him remain in the head group, so he was forced to try a recovery in the first chasing group, but they did not succeed to complet it (he was 9th at 49″ - in photo Bettini, the arrival).
Cunego joined the first chasers group, but on the climb he was forced to stop for a while because his chain had got damaged in the crash (35th place at 1’29″)
Niemiec could come back on the bike late and, despite amazing efforts, he could not come back in the chasers group, so at the arrival he was 46th at 1’57″.

“It’s a pity that the crash prevented me from trying to fight again for the victory, but I’m even more sorry for my mates and my colleague that crashed - Ulissi explained - I could avoid to go on the ground, but I could not be in the head group, so I must chase with a small group in which there were Quintana mates.
The speed on the climb was high, so the chase was impossible, as it would have been impossibile to try a solo action to recover the head of the race”.

Cunego was very unlucky: “I got involved in the crash but, despite a wound on my knee, I came back on the bike quite quickly. Then, on the climb, despite the bike could resist properly to the crash, I had to stop to set the chain that got damaged in the crash”.

Niemiec commented: “I thank my mate Cattaneo that gave me immediately after the crash his bike. I reached the arrival pedaling on it, but the gap was too large”.

Matthews is still pink jersey, Evans is 2nd (+21″), Uran 3rd (+1’18″), while for LAMPRE-MERIDA Ulissi is 15th at 2’22″, Cunego (26th at 3’13″) and Niemiec (32nd at 3’41″).

STAGE RESULTS
1- Matthews 6h37’01″
2- Wellens s.t.
3- Evans s.t.
4- Rabottini s.t.
9- Ulissi 49″
25- Cunego 1’29″, 46- Niemiec 1’57″, 46- Anacona 4’26″, 71- Bono s.t., 91- Mori 7’43″, 115- Polanc 11’06″, 155- Cattaneo 15’08″, 165- Ferrari s.t.

OVERALL CLASSIFICATION
1- Matthews 24h18’14″
2- Evans 21″
3- Uran 1’18″
15- Ulissi 2’22″
26- Cunego 3’13″, 32- Niemiec 3’41″

Questa voce è stata pubblicata in Giro d'Italia.

Ulissi ancora grande, Bono tor...

Dopo le fughe che l’hanno visto protagonista alla Milano-Sanremo e alla Liegi Bastogne-Liegi, Matteo Bono ha mostrato anche sulle strade del Giro d’Italia la giusta commistione di classe e generosità …

Il centauro Spies ospite della...

Ieri, sul bus della LAMPRE-MERIDA, a trepidare e gioire per l’arrivo vincente di Ulissi c’era anche un campione delle due ruote motorizzate: Ben Spies (foto). Il centauro americano (campione del …

Lampi dal Sol Levante: Bonifaz...

LAMPRE-MERIDA protagonista anche in Asia, dove i colori blu-fucsia-verdi hanno dominato la prima giornata del Giro del Giappone. Nella mattinata nipponica, il neo-professionista Niccolò Bonifazio si è imposto sul traguardo …